Link utili
I nostri progetti

ASSESSMENT

Scoprire i Punti di Forza

Ogni persona è unica nelle sue potenzialità, nei suoi punti di forza e di debolezza. Sappiamo chi sono i membri di Team? Conosciamo le loro attitudini e i loro approcci? Siamo sicuri che siano al posto giusto per dare il meglio di sé? Stanno esprimendo appieno le loro potenzialità? Inoltre, i membri del nostro Team sono adatti alla situazione che l’azienda sta vivendo in questo momento? Le loro abilità e le loro funzioni risolvono i problemi dell’azienda? Il Team nel suo complesso è ben bilanciato?

Il nostro strumento di Assessment distingue il nostro cervello in diverse aree funzionali, comunemente dette emisfero destro ed emisfero sinistro. Queste zone regolano potenzialità diverse della mente e sono diversamente sviluppate nelle persone. Le nostre potenzialità, se usate in modo corretto, possono portare al successo; viceversa, saranno sprecate. Siamo certi di utilizzare tutte le nostre risorse? E quelle dei nostri collaboratori? Un pittore geniale sarà di grande utilità nella decorazione di una basilica… ma saprà anche fare i calcoli contabili necessari a pagare gli operai?

L’assessment è una modalità di valutazione usata in ambito psicologico. E’ la valutazione globale e differenziale di una persona, nella unicità e complessità psicologica che lo caratterizzano, considerando anche le sue risorse e i suoi limiti. L’assessment consiste concretamente in un insieme di diversi test situazionali che richiedono alla persona di eseguire un compito calandosi in una data situazione, e che si propongono di misurare gli aspetti emotivi del comportamento.

A cosa serve l’Assessment?

L’Assessment Center è oggi uno degli strumenti più utilizzati in azienda per valutare il potenziale dei dipendenti, cioè le loro possibilità di crescita e di sviluppo.

Si tratta, infatti, di uno strumento predittivo utile per individuare quell’insieme di caratteristiche attitudinali e comportamentali che rappresentano il sostrato personale di un individuo rispetto alla copertura ottimale di un ruolo organizzativo e quindi che possono permettere di valutare la possibilità di una persona di ricoprire una posizione organizzativa più complessa. Il focus di osservazione non riguarda il comportamento in sé, ma quello che sottintende in termini di caratteristiche personali e potenzialità. Con quale obiettivo? Scoprire e valutare le caratteristiche a disposizione di un individuo, al di là di quelle richieste per soddisfare gli obiettivi del ruolo già ricoperto. Attraverso gli Assessment Center ci si propone di tratteggiare un ampio e articolato quadro della personalità che riguardano sia le sue capacità di relazione, sia il suo rapporto con l’attività lavorativa e produttiva.

Disegno che spiega con semplicità l'assessment
Il tuo Team è allineato?

I fondamenti psicologici dell’Assessment

Zone del cervello

Gli approcci comportamentali individuati nel nostro modello di Assessment sono quattro:

  • 1) quelli considerati tipici dell’emisfero sinistro del cervello: coerenza, rigore, tecnica, performance, continuità, metodo, ordine organizzazione, pianificazione;
  • 2) quelli comunemente ritenuti tipici dell’emisfero destro: cambiamento, creatività, scoperta, impulso, novità, rischio, comunicazione, socievolezza, armonia, coinvolgimento, disponibilità;
  • 3) propensione al gruppo: concretezza, costanza, finalizzazione, minuzia, perseveranza, verifica, empatia, umanità, intuizione, apertura all’altro, ricettività, emotività;
  • 4) approccio individuale: analisi, critica, discernimento, obiettività, deduzione, razionalità, anticipazione, associazione d’idee, concettualizzazione, immaginazione, sintesi.

I tipi di Assessment

Gli Assessment di prima generazione, degli anni Quaranta, sono strumenti che partono da un modello di manager ideale al quale i manager devono confrontasi, in positivo o in negativo. L’interpretazione è meccanica: se una certa qualità è carente, diventa doveroso rimediarvi se si vuole crescere in azienda. La distinzione tra competenza e comportamento non è molto chiara.

Gli Assessment di seconda generazione, definiti anche “360”, partono dallo sguardo che gli altri portano su di noi e da come ci giudicano. Se ben interpretati, permettono di formalizzare delle aree di miglioramento. Tuttavia, non permettono alla persona di conoscere se stessa in modo autonomo.

Gli Assessment di terza generazione qual è il DoLquest permettono all’individuo di comprendere il proprio “universo” (sistema di rappresentazione, di credenze…) e di prendere coscienza di quello dell’altro (“il suo universo”). Permettono di capire come gli altri ci vedono e il motivo delle loro reazioni nei nostri confronti. Facilitano l’autoanalisi senza giudizio di valore; le persone sono autonome e fautrici del proprio valore aggiunto, concetto chiave in questa economia di rete.

E’ chiaro che più alto è il livello qualitativo con il quale si producono risultati, meglio è, ma in ottica di team, come utilizzare al meglio le risorse già presenti? Come fare in modo che le differenze diventino “completezza”, “vantaggio competitivo” e non motivo di scontro tra le persone?

Un questionario: DoLquest

Il questionario di assessment DoLquest® è uno strumento di Assessment di 3° generazione mirato allo sviluppo del potenziale delle persone e dei team.

Il DoLquest favorisce inoltre il successo dei programmi di coaching individuale e di gruppo, proiettando gli obiettivi dei singoli in funzione di un allineamento aziendale di medio lungo termine. Così facendo permette a ogni individuo di capire il proprio stile di management e di leadership e il suo impatto sugli altri. Favorisce un processo di autoanalisi senza giudizi di valore sulla persona, punto chiave alla radice di una reale comprensione di se stessi e degli altri.

Non si tratta di una “classificazione delle persone”, bensì di uno strumento decisamente più completo, basato sull’analisi del funzionamento della rete neurale del cervello. Il suo valore aggiunto risiede nel proporre un bilancio approfondito delle competenze individuali integrando la conoscenza del potenziale e delle caratteristiche individuali con le esigenze dell’ambiente lavorativo.

DoLquest, di matrice europea, è realizzabile direttamente on-line. Oggi è disponibile in molte lingue tra cui italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese; e altre saranno presto disponibili. Può quindi essere agevolmente impiegato anche in contesti organizzativi internazionali.

DOLquest
VUOI CHE IL 2018 DIVENTI L'ANNO MIGLIORE DELLA TUA VITA?