Link utili
I nostri progetti

ALLINEAMENTO INDIVIDUALE

Il processo dell’allineamento (in questo caso, di allineamento individuale) consiste nel chiarire a se stessi alcune caratteristiche della propria mente e della propria individualità che hanno impatto sul lavoro, e nel cercare di allineare le stesse alla posizione dell’azienda. Da questo punto di vista l’allineamento prende le mosse dalla capacità di autosservazione, intesa come “la capacità di sviluppare e chiarire a se stessi sogni e idee, di condividerli, di tradurli in azioni e di ottenere l’impegno di altri per realizzarli”.

Il processo è stato descritto da Robert B. Dilts nel suo libro Leadership e visione creativa (in originale, Visionary Leadership Skills) del 1996, dal quale abbiamo tratto la citazione appena riportata. Esso comprende sei livelli logici, ovvero sei spazi mentali nei quali conviene collocarsi nel corso del processo di allineamento.

Quali sono questi livelli?

I sei livelli logici individuati da Dilts possono essere disposti in una figura a piramide con alla base l’ambiente e alla sommità la visione. Proprio come nella natura si parte da un fondamento saldamente posato sul terreno per innalzarsi poi verso l’idealità.

  • L’ambiente rappresenta tutto ciò che circonda l’individuo e il Team, sia dal punto di vista fisico (l’ufficio, gli altri membri del Team e gli altri Team) che astratto (il campo di forze nel quale agisce l’azienda e i suoi competitor, il mercato). L’ambiente è fonte sia delle opportunità che dei vincoli esterni.
  • comportamenti coincidono con le azioni e reazioni specifiche espresse dal singolo e dal Team all’interno dell’ambiente.
  • Le capacità sono le abilità e le potenzialità che l’individuo e il Team possono esprimere per agire nell’ambiente.
  • Le credenze e i valori sostengono e dirigono le azioni e, allo stesso tempo, ne rappresentano lo scopo finale.
  • L’identità consiste nel ruolo assolto da una persona o da un gruppo di persone, nella missione che la ispira.
  • Infine, la visione rappresenta il livello del sistema più alto, la rappresentazione ideale di sé, del proprio scopo e di quello dell’azienda, sia dal punto di vista pratico (risultati da raggiungere) sia da quello prettamente ideale (creare un mondo migliore).
Dilts' Pyramid of levels

Rispetto ai 3 livelli di Leadership che abbiamo già individuato, la leadership micro risponde principalmente a questioni relative ai livelli dell’ambiente, del comportamento e delle capacità (dove?, quando?, cosa?, come?). La leadership macro si incentra su questioni relative ai livelli delle credenze, dei valori e dell’identità del ruolo (perché?, chi?). Infine, la leadership meta pone l’accento sui livelli spirituale e di identità che contribuiscono a formare la visione e le finalità che retrostanno a tutti gli altri livelli di leadership (chi?, che cosa?).

Allineare i Livelli con la Formazione Esperienziale

Il processo di allineamento dei livelli nella formulazione di Dilts è un processo mentale, svolto in aula con l’aiuto di un coach. Noi lo facciamo diversamente. Ci rendiamo conto infatti che le rappresentazioni mentali, per quanto siano vivide, non siano in grado di cambiare la realtà. Lo possono fare invece azioni concrete vissute nel mondo reale. Ecco perché scegliamo il metodo della Formazione Esperienziale. Portiamo il Team in un determinato ambiente per osservare i suoi comportamenti, le capacità che utilizza, le credenze e i valori che dimostra di possedere, l’identità in cui si riconosce, la visione che cerca di attuare.

L’allineamento dei livelli svolto dal singolo membro del team di lavoro non è mai fine a se stesso, bensì deve far parte di un processo più ampio. Si tratta di Team Integration, al quale dedichiamo spazio nella sezione apposita del nostro sito.

VUOI CHE IL 2018 DIVENTI L'ANNO MIGLIORE DELLA TUA VITA?